UA-9831219-1
14 Novembre 2019
[]

TUTTE LE NEWS

IL 37° RALLY DUE VALLI E' DOMINATO DA ANDREA CRUGNOLA

14-10-2019 09:42 - rally cir - cir wrc
Il varesino, al ritorno sulla Volkswagen Polo GTI R5 artiglia 7 prove su 11 e chiude davanti con grande supremazia. Simone Campedelli (Ford Fiesta R5 MKII) è secondo. Terzo Giandomenico Basso (Skoda Fabia R5). Cristian Dal Castello è il primo pilota veronese al traguardo, Zantedeschi-Righetti il primo equipaggio.




VERONA, 12 ottobre 2019 – Una gara a senso unico. Andrea Crugnola e Pietro Elia Ometto, su Volkswagen Polo GTI R5 per i colori della Gass Racing, hanno conquistato il 37° Rally Due Valli, la manifestazione organizzata dall'Automobile Club Verona e valida come penultimo appuntamento del Campionato Italiano Rally 2019.

Il pilota varesino ha dominato, ha vinto 7 prove su 11 e ha chiuso con 11.6 secondi di vantaggio su Simone Campedelli e Tania Canton (Ford Fiesta R5 MKII/Project Team), secondi dopo una prestazione in crescendo sul finale di gara. Terzi Giandomenico Basso e Lorenzo Granai (Skoda Fabia R5/Sport&Comunicazione) che hanno così rafforzato la leadership in campionato e si sono tolti la soddisfazione di vincere il secondo giro sulla mitica “Ca' del Diaolo”.

«Sono davvero soddisfatto» ha commentato il vincitore al termine, «non pensavo di essere così competitivo. Solitamente non mi trovo a mio agio nelle prove strette e tortuose di cui il Due Valli è particolarmente ricco, invece ho trovato un ottimo feeling con la vettura e con gli pneumatici Pirelli che mi hanno consentito di esprimermi al meglio». Crugnola ha fatto capire che sarebbe stato grande protagonista fin dalle prime battute, con un monologo nella prima tappa che lo ha visto davanti sia alla “Erbezzo” che nella prova spettacolo SPS “Suzuki-Città di Verona” dove l'Automobile Club Verona ha registrato il tutto esaurito in tribuna.

La gara è vissuta sportivamente sul confronto a quattro tra i primi tre classificati e Luca Rossetti con Eleonora Mori (Citroen C3 R5). Per la verità la vittoria di Crugnola non è mai stata in discussione, mentre il confronto vero è stato tra Campedelli e Basso. «Abbiamo ancora qualche problema con l'aderenza» ha commentato Campedelli, «quando cala il grip non riusciamo ad esprimerci al meglio. La macchina è nuova, è una bella sfida e dovremo lavorarci ancora per poter essere al 100%, ci manca ancora qualcosa».

«Non cambierei niente della mia gara» ha commentato Giandomenico Basso, «ho dato tutto quello che avevo e non avrei potuto fare di più. Ero al mio massimo. Speravo di poter raggiungere Campedelli nel finale, ma sull'ultima prova è stato più veloce».

«È stato un Due Valli molto impegnativo dal punto di vista gestionale e organizzativo» ha commentato il Presidente dell'Automobile Club Verona Adriano Baso, «ma ho piena fiducia in tutta la mia squadra e sono sicuro che hanno cercato di gestire al meglio ogni situazione, anche quelle più spinose e difficili. Abbiamo assistito ad un confronto sportivo davvero bello, e il Due Valli non ha deluso le aspettative confermandosi, anche dalla voce dei piloti, una delle gare più complete ed impegnative d'Italia».

Weekend meno positivo per Luca Rossetti, vincitore delle ultime due edizioni, in difficoltà con la Citroen C3 R5 fin dalla prima prova. Quando nel corso della seconda tappa sembrava avere ripreso lo spunto, una doppia foratura sulla PS6 “Santissima Trinità” lo ha definitivamente tagliato fuori dai giochi per il podio. Il pordenonese ha così chiuso al settimo posto.

Quarto posto per il giovane Luca Bottarelli, con Walter Pasini, con la Skoda Fabia R5 della New Turbomark Rally Team. Dopo una divagazione allo shakedown Bottarelli ha interpretato una gara costante che gli ha permesso di precedere sul traguardo Rusce-Farnocchia (Skoda Fabia R5/X Race Sport), quinti, e Scattolon-Nobili (Hyundai i20 R5 New Generation), sesti.

Poca fortuna per Luca Hoelbling e Federico Fiorini. L'equipaggio veronese ha prima patito un ritardo in apertura di seconda tappa per un problema con un bullone di avvitaggio di una ruota, e poi si è definitivamente ritirato sulla PS6 per un'incidente.

A completare la top ten sono stati l'ottimo Michele Griso, ottavo assoluto con Elia De Guio su Peugeot 208 R2B (Munaretto), primo di classe al termine di una gara superlativa. Nono posto per Tommaso Ciuffi e Nicolò Gonella (Peugeot 208 R2) che con i punti conquistati hanno chiuso i giochi per il Campionato Italiano Due Ruote Motrici. Decimi Guglielmini-Giorgio (Peugeot 208 R2B/Maranello Corse).

In una gara avara di emozioni per i colori veronesi, Cristian Dal Castello è stato il primo driver scaligero al traguardo, navigato dalla friulana Marsha Loredana Zanet sulla Peugeot 208 R2B della Verona Corse ha chiuso undicesimo. Tredicesimi al traguardo Diego Zantedeschi e Stefano Righetti, primo equipaggio “gialloblu” all'arrivo alla prima uscita su asfalto con la Skoda Fabia R5, sempre per la Verona Corse.

Valentino Gaspari e Michele Falezza hanno vinto la classe S1600 e il Gruppo A sulla Renault Clio della Julli. Nelle altre classi, la S2000 è andata a Denis Franchini e Fabio Andrian, sulla Skoda Fabia S2000 che fu di Umberto Scandola per i colori della Best Racing Team. Bella la sfida con Strabello-Bianchi, sulla Peugeot 207 S2000 (Destra 4) che fu di Giandomenico Basso, ritirati dopo la PS10 per la rottura di un semiasse.

Affermazione perentoria in R1 per Campanaro-Porcu (Ford Fiesta R1/Jolly Racing Team), mentre nella sempre frizzante A6 hanno prevalso Costantini-Bertasini (Peugeot 106 S16/GR Motorsport). In R3C successo per Danese-Brazzale (Renautl Clio RS/GDA Communication) mentre a discapito di una gara da dimenticare, complice una toccata sulla “Erbezzo”, Ferrarotti-Fenoli (Renault Clio RS/Best Racing Team) hanno primeggiato in R3T.

In A7 Vanzo-Panato (Renault Clio Williams/B&B Technology) hanno alzato la coppa dei vincitori, mentre in Gruppo N successo per Scappini-Rancan (Peugeot 106 S16/B&B Technology), mattatori anche in N2. In N4 vittoria di Bennati-Bonamini (Subaru Impreza N12/B&B Technology) mentre in A0 hanno portato a termine la gara con successo Soprana-Girardi (Fiat 600 Sporting/Verona Corse). Infine in Racing Start Fichera-Vighi (Suzuki Baleno/Winners Rally Team). In R1A il direttore di TuttoRally+, Stefano Cossetti, ha conquistato la classe al debutto navigato dal campione italiano di categoria Marco Limoncelli su DR1 Sr della LM Motorsport Racing Team.

Prima scuderia la Best Racing Team, mentre Rachele Somaschini e Chiara Lombardi (Citroen DS3 R3T/RS Team) hanno vinto la classifica femminile.

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:
Per poter entrare a far parte della comunità on-line di www.racepilot.com e accedere ad alcuni servizi quali richieste di informazioni è necessario effettuare la registrazione al sito www.racepilot.com
Durante la registrazione all´utente sono richiesti dati personali.

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l´art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA´ DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti per poterla contattare in caso di problemi, per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di aggiornamenti ed eventuali preventivi.

DIRITTI DELL´INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l´utente ha il diritto di ottenere:
- l´aggiornamento, la rettifica e l´integrazione dei dati che lo riguardano;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l´interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l´indicazione dell´origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l´ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;
MODALITA´ DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento intermini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l´adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi info@racepilot.it . I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l´identificazione dell´interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.
- I dati possono essere archiviati su server di italiasport.net s.r.l. oppure in copia di sicurezza archiviati dal proprietario del sito internet.
AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
- I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
- I dati possono essere accessibili da amministratori ed utenti gestori del sito internet

MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l´adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp?ID=1042761 ). Questo riportato è l´indirizzo controllato in data 28/11/2008 se successivamente variato, non è di nostra competenza, ti consigliamo di cercare sul sito del Garante della Privacy e/o sul sito della Guardia di Finanza.

Titolare del trattamento di dati personali è Racing Press di Paolo Mattiazzo, via Ussi, 22 50018 Scandicci (FI) - tel. 055254690, e-mail: info@racingpress.it. Responsabile designato è Paolo Mattiazzo.
Per ulteriori informazioni:
info@racingpress.it


torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio