28 Settembre 2020
TUTTE LE NEWS

LA COPPA ITALIA INCORONA RICCARDO DE BELLIS E ENRICO BETTERA

28-10-2013 11:23 - velocità pista
1a Div
1a Div
Riccardo De Bellis 46enne di Lucca ed Enrico Bettera 43enne di Torbole Casaglia Brescia sono i Campioni della Coppa Italia 2013. Per entrambi la certezza del titolo arriva al termine della prima gara del weekend quando acquisiscono la certezza matematica rispetto ai rivali. "Toby" si conferma per il secondo anno il Campione Italiano del Turismo di Serie.

Primi a scendere in pista sono i protagonisti della 2° Divisione. Al via Bettera dalla pole si fa sorprendere da Meloni partito al suo fianco. Poche curve e a sfilare Bettera è anche Tavano con una simile Seat Leon Supercopa subito seguito dalla vettura gemella di Cacciari con appunto Bettera che preferisce essere prudente in ottica campionato. Alla terza tornata inizia il forcing del neo campione con il giro veloce e il sorpasso ai danni di Cacciari. Una sola tornata e Tavano alza bandiera bianca rientrando ai box. Bettera non rischia più e si accontenta della seconda piazza capitalizzando al meglio i punti di classe in ottica campionato. I suoi rivali, Gurrieri (Renault Clio) e Montali (Bmw 320), danno invece vita ad una bella sfida coinvolgendo anche uno scatenato Montalbano (Alfa Romeo 147) e lo stesso Cacciari. I quattro nella seconda metà di gara girano praticamente sugli stessi tempi superandosi più volte. Emblematico il nono giro quando alla curva sei Montalbano passa a condurre su Gurrieri (risalito stoicamente dall´ultima casella in griglia per un problema in qualifica) che alla curva dopo ripassa avanti per poi finire leggermente largo ed essere a sua volta sfilato da Montali che aveva passato anche Montalbano. Nel rientrare in pista Gurrieri viene a contatto con Montali. Per quest´ultimo braccetto della sospensione rotto, per Gurrieri invece escursione nell´erba e possibilità di Campionato in fumo. Meritatamente terzo sotto la bandiera a scacchi transitava così Montalbano. Trebbi si aggiudicava nuovamente la Classe Clio e "Toby" il CITS.
Allo start di gara 2 nuovo spunto vincente di Meloni che sfila Bettera. Poche curve ed un errore in frenata di Montalbano pone fine alla sua e alla gara di Francia. La sfida davanti è serrata con Bettera che prima passa prima poi deve ricedere la posizione e viene anzi sfilato anche da Tavano, Falessi e Cacciari su simili Leon Supercopa. Bettera si trova così fra Montali e Gurrieri con i due in lotta per il primato di classe. Alla settima tornata il momento clou con il contatto proprio fra Montali e Gurrieri con quest´ultimo che viene ritenuto responsabile e escluso con bandiera nera. La gara viene vinta da Meloni con alle sue spalle Tavano e Cacciari. In classifica assoluta sul podio 2013 di Divisione salgono accanto a Bettera, Fabrizio Montali e Raffaele Gurrieri.

Lo start di gara 1 della 1° Divisione non regalava colpi di scena con Nalio (Renault Megane Trophy) che difendeva la testa della gara da Galbiati e Romani (entrambi su Porsche 997 GT3 Cup). Scatenato invece Marozzo che sulla debuttante Mistubishi EVO E1 Italia in poche curve aveva la meglio di tutti i rivali risalendo dalla quinta piazza fino alle spalle di Nalio che riusciva a passare nella parte più veloce. Chi si aspettava una cavalcata solitaria rimaneva però deluso con la vettura di testa che incominciava ad accusare un calo di potenza. Nalio così rimaneva incollato e riusciva sul finire anche a ripassare in testa proprio prima che la turbina della Mitsubishi cedesse proprio all´ultimo giro. Sfida serrata anche alle loro spalle con il debuttante Galbiati che riusciva ad avere la meglio per meno di mezzo secondo su Romani. Gara in sordina invece per i due protagonisti 2013 con De Bellis settimo al traguardo e Fondi out a tre giri dalla fine per la rottura di un pneumatico.
In gara 2 il copione è simile con Nalio che vince nuovamente davanti a Romani e Mengozzi. Le emozioni tutte al via quando Romani sorprende Nalio e conduce per il primo giro mentre a Galbiati non entra la marcia e rimane fermo in griglia. Assente invece Marozzo non partito per la rottura della turbina in gara 1. Alle spalle del trio di testa sotto il traguardo giungono Zardo, e i due protagonisti per l´assoluta De Bellis e Maurizio Fondi. Con loro sul podio 2013 anche Alessandro Mazzolini. Qui arriva anche la dedica di Riccardo al fratello Alessandro scomparso da poco.


Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:
Per poter entrare a far parte della comunità on-line di www.racepilot.com e accedere ad alcuni servizi quali richieste di informazioni è necessario effettuare la registrazione al sito www.racepilot.com
Durante la registrazione all´utente sono richiesti dati personali.

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l´art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA´ DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti per poterla contattare in caso di problemi, per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di aggiornamenti ed eventuali preventivi.

DIRITTI DELL´INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l´utente ha il diritto di ottenere:
- l´aggiornamento, la rettifica e l´integrazione dei dati che lo riguardano;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l´interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l´indicazione dell´origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l´ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;
MODALITA´ DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento intermini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l´adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi info@racepilot.it . I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l´identificazione dell´interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.
- I dati possono essere archiviati su server di italiasport.net s.r.l. oppure in copia di sicurezza archiviati dal proprietario del sito internet.
AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
- I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
- I dati possono essere accessibili da amministratori ed utenti gestori del sito internet

MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l´adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp?ID=1042761 ). Questo riportato è l´indirizzo controllato in data 28/11/2008 se successivamente variato, non è di nostra competenza, ti consigliamo di cercare sul sito del Garante della Privacy e/o sul sito della Guardia di Finanza.

Titolare del trattamento di dati personali è Racing Press di Paolo Mattiazzo, via Ussi, 22 50018 Scandicci (FI) - tel. 055254690, e-mail: info@racingpress.it. Responsabile designato è Paolo Mattiazzo.
Per ulteriori informazioni:
info@racingpress.it


torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio