20 Aprile 2021
TUTTE LE NEWS

PINZANO /ZEGNA CON LA SKODAFABIA R5 VINCONO IL 6° COLLINE METAL E VAL DI CORNIA

03-04-2021 18:46 - rally regionali / zone
PINZANO
PINZANO
Un avvio fulminante ha permesso alla coppia biellese di portarsi immediatamente al comando senza più lasciarlo, riuscendo a contenere gli attacchi di una concorrenza agguerrita.
Il resto del podio allo svizzero Burri (VolksWagen Polo R5) ed allo spezzino Arzà, con una Citroen C3 R5.
Sfortunato il follonichese Maestrini, che aveva iniziato con un ritmo da podio
per poi affondare in classifica causa una foratura e finito quindi ottavo.

Tra le vetture storiche successo mai messo in discussione per la Ford Sierra Cosworth 4x4 di Alessi-Delle Vedove.

Piombino (Livorno), 03 aprile 2021 – E’ il biellese Corrado Pinzano, in coppia con Marco Zegna, il vincitore del 6° Rally delle Colline Metallifere e della Val di Cornia organizzato da MaremmaCorse 2.0, disputato oggi su sei prove speciali. Sei tratti cronometrati, due distinte prove speciali ricavate dalla forte tradizione dei rallies toscani, come la “Monteverdi” e la celeberrima “Sassetta” che, ripetute tre volte ognuna, hanno esaltato il driver piemontese arrivato in gara per svolgere un probante test prima dell’imminente avvio “tricolore” WRC dell’Isola d’Elba tra due settimane.

Pinzano ha preso in consegna le redini della classifica con un attacco deciso sulla prima occasione cronometrata, tallonato da vicino dallo svizzero Oliver Burri (VolksWagen Polo R5), l’unico a mettergli i pensieri, deciso a cercare il successo assoluto dopo che gli era sfuggito lo scorso ottobre per solo 1” al Trofeo Maremma. Un alloro che ha dato anche segnali tecnici importanti, quello di Pinzano (miglior tempo in cinque delle sei prove disputate), che peraltro era al debutto sulle strade della Valdicornia.

Burri, in coppia con Christophe Cler, le ha tentate tutte, per riuscire a sopraffare il leader ed alla fine ha reso l’onore delle armi complimentandosi per come è stata assai tirata l’intera gara. Terzo gradino del podio per un altro driver arrivato in gara per provare e provarsi in vista del Rallye Elba, lo spezzino Claudio Arzà, di nuovo sulla Citroen C3 R5 e con al fianco Castiglioni. Già vincitore della gara nel 2016, ha guardato soprattutto a testare la francese in un fondo evidentemente ostico, proprio nell’ottica di trarre informazioni utili soprattutto per il set up in vista dello start tricolore elbano.

Ai piedi del podio ha finito, quarto, il torinese Patrick Gagliasso, in coppia con Beltramo, su una Fabia R5 pure loro. Una gara sempre a testa alta, anche per loro, per la prima volta su queste strade le quali li hanno confermati essere un sicuro equipaggio di vertice.

Top five completata dal rientrante Daniele Batistini, in coppia con Papi. Tornato ad indossare casco e tuta dopo ben sette anni si è subito inserito nel confronto di vertice, sfruttando al meglio la Skoda Fabia R5 che usava per la prima volta. Il pilota di Suvereto, ex grande driver dei fondi sterrati italiani di qualche anno fa, ha avuto da recriminare 10” per una partenza anticipata, senza i quali poteva essere quarto. Un fatto che non inficia comunque una prestazione cristallina.

Sesta posizione assoluta per l’evergreen milanese Mauro Miele, in coppia con Beltrame, pure loro su una Fabia R5, ed alla prima esperienza in questa gara, sempre al passo con i migliori senza mai eccedere, hanno preceduto,
settimi, i montecatinesi Moricci-Garavaldi (Skoda Fabia), anche loro in gara test pre-Elba e comunque attardati da un “testa-coda” durante la terza prova (con circa 20” persi), mentre tra i “nomi” hanno da recriminare il follonichese Leopoldo Maestrini, affiancato da Fabrizia Pons. Partiti sopra il podio, sono stati poi frenati da una foratura durante la seconda prova speciale, venendo costretti a rincorrere dalla 29^ posizione in cui erano affondati hanno per poi accarezzare la bandiera a scacchi con la soddisfazione di aver trovato un buon feeling con la loro VolksWagen Polo R5, anche in questo caso in training prima del rallye elbano.

Nona posizione, primo tra le due ruote motrici, per il bresciano Luca Veronesi, con una Renault Clio S1600, bravo a mettersi costantemente alle spalle l’idolo locale Francesco Paolini, con una vettura analoga Il pilota di Massa Marittima è stato spesso condizionato da problemi di motore, prima di alzare bandiera bianca in chiusura di gara.

La top ten assoluta finale è stata firmata in grande stile dal pistoiese Sandro Incerpi, con una piccola ma efficace Peugeot 106 rally, condivisa con Natalini.

A senso unico la sfida “historic”, con la vittoria sicura andata nelle mani di Fabio Gaspare Alessi (vincitore anche del 4. Raggruppamento), in coppia con Giuliano Dalle Vedove, su una Ford Sierra Cosworth 4x4. Alessi ha vinto tutte le “piesse” disponibili, finendo ampiamente davanti al livornese Riccardo Mariotti, con una Ford Sierra Cosworth però a due ruote motrici, affiancato dal fiorentino Sanesi.
Podio assoluto completato dal pistoiese Paolo Lulli, con Elisa De Rosa, su una Peugeot 205 GTI. Pellegrini-Nosenzo e la loro A112 Abarth hanno incamerato il primato nel 3. Raggruppamento e Lenzetti-Barsanti, su una Lancia Fulvia Coupè, si sono aggiudicati il 2. Raggruppamento.

LA GARA COME UN INCENTIVO DI IMMAGINE OLTRE CHE PER L’ECONOMIA DEL TERRITORIO
Il territorio ha dato ampia accoglienza alla gara, avendola appunto interpretata come ottimo veicolo per l’immagine dei luoghi ed evidentemente come volàno per l’indotto turistico-ricettivo. Per il quarto anno la gara ha fatto base a Piombino, dove è stata confermata ampia accoglienza sia dall’Amministrazione Comunale come pure dagli operatori economici. I comuni coinvolti al fianco dell’organizzazione, oltre a Piombino, sono stati quelli dell’intera area della Val di Cornia: Campiglia Marittima, Monteverdi, Sassetta e Suvereto.

NELLE FOTO (free press): Pinzano-Zegna, Burri-Cler e Arzà-Castiglioni in azione
(foto Andrea Bonaluce)





























Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:
Per poter entrare a far parte della comunità on-line di www.racepilot.com e accedere ad alcuni servizi quali richieste di informazioni è necessario effettuare la registrazione al sito www.racepilot.com
Durante la registrazione all´utente sono richiesti dati personali.

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l´art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA´ DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti per poterla contattare in caso di problemi, per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di aggiornamenti ed eventuali preventivi.

DIRITTI DELL´INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l´utente ha il diritto di ottenere:
- l´aggiornamento, la rettifica e l´integrazione dei dati che lo riguardano;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l´interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l´indicazione dell´origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l´ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;
MODALITA´ DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento intermini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l´adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi info@racepilot.it . I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l´identificazione dell´interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.
- I dati possono essere archiviati su server di italiasport.net s.r.l. oppure in copia di sicurezza archiviati dal proprietario del sito internet.
AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
- I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
- I dati possono essere accessibili da amministratori ed utenti gestori del sito internet

MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l´adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp?ID=1042761 ). Questo riportato è l´indirizzo controllato in data 28/11/2008 se successivamente variato, non è di nostra competenza, ti consigliamo di cercare sul sito del Garante della Privacy e/o sul sito della Guardia di Finanza.

Titolare del trattamento di dati personali è Racing Press di Paolo Mattiazzo, via Ussi, 22 50018 Scandicci (FI) - tel. 055254690, e-mail: info@racingpress.it. Responsabile designato è Paolo Mattiazzo.
Per ulteriori informazioni:
info@racingpress.it


torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio