23 Giugno 2021
TUTTE LE NEWS

30°RALLY PIANCAVALLO - STORICO E MODERNO 2016 - GUAGLIARDO E DE CECCO NELLA STORIA DEL RALLY

06-08-2016 19:17 - rally nazionali
1_ass_storiche_ Guagliardo-Frasson
1_ass_storiche_ Guagliardo-Frasson
Il primo tra le auto storiche ed il secondo tra le moderne hanno scritto il loro nome nell´albo d´oro della corsa friulana iniziata con il maltempo e terminata con una splendida giornata di sole.

Fedele alla tradizione instaurata fin dal 2009, quando la corsa è rinata grazie all´impegno, tuttora molto intenso, di Fabrizio Grigoletti presidente della Scuderia Sagittario, il Rally Piancavallo ha atteso per primi, sulla pedana di arrivo i vincitori della sezione riservata alle auto storiche. Poi c´è stata gloria per le moderne. Così, dopo due intense giornate di gara, Domenico Guagliardo e Marina Frasson su Porsche 911 Rs hanno conquistato una meritata vittoria, mai messa in discussione dal momento che sono stati in testa dalla prima all´ultima prova speciale. Al termine del primo giorno di gara, dopo due prove speciali disputate sull´asfalto bagnato, Guagliardo aveva 54"9 di vantaggio su Fassina-Verdelli in gara con la Lancia Rally 037 che il pilota di Valdobbiadene, già campione europeo rally, ha voluto nella stessa livrea con la quale nel 1984 ha vinto la Targa Florio in Sicilia. A fine gara il distacco è salito a 2´30"3. Per Fassina, al via per collaudare il nuovo motore, la soddisfazione del podio davanti a Tirone-Oberti (Porsche 911 Sc) arrivati a 2´51"4 dal vincitore. Al quarto posto, primo dei pordenonesi con assoluto merito, ecco Michele Doretto navigato dalla moglie Barbara Arcangioli su Honda Civic. Quinta piazza per la Opel Kadett GSI di Frainer-Comunello, anche loro molto bravi a stare davanti ad auto più potenti. Bene anche Stoschek-Hawranke su Bmw 2002 TI. Il pilota è un industriale tedesco di grande successo, sincero estimatore del Rally Piancavallo del quale ormai da anni è anche sponsor. Ritirata la "famiglia" spilimberghese formata da Luciano e Lorena Chivelli (padre e figlia) su Fiat 127 Sport mentre gli udinesi Claudio Vigna e Oscar Buzzi hanno chiuso la gara con merito. Delle 17 auto storiche al via, hanno fatto ritorno in Piancavallo in 11. Nato a Palermo 50 annj fa, Mimmo Guagliardo nella vita è un preparatore di Porsche storiche da rally ma possiede anche una moderna Porsche 997 RGT. Si divide tra la Sicilia e la provincia di Brescia, precisamente a Pontevico, dove ha una parte della sua attività. Grande la sua soddisfazione per avere vinto una gara, il Rally Piancavallo, che reputa tra le più belle nel panorama nazionale per la qualità delle prove speciali. Tony Fassina, secondo arrivato, era soddisfatto per i progressi della sua Lancia 037 e per il feeling che è migliorato. Con la stessa auto ha colto un terzo posto a Cortina a giugno. Infine, sul terzo gradino, ecco Pietro Tirone, 50 anni di Agrigento, nella vita imprenditore. Aveva un conto aperto con il Rally Piancavallo perché a Campone un anno fa (la prova che gli piace di più) aveva distrutto la Porsche quando era secondo alle spalle del futuro vincitore. Il terzo gradino sul podio lo ha "riabilitato". Marina Frasson ha ricevuto dalle mani di Michela Perissinot, il trofeo dedicato al primo copilota al traguardo, in memoria del marito Maurizio, scomparso nel 2004, che della gara pordenonese fu uno degli ideatori, nonché copilota ufficiale della squadra Lancia.
Ed ecco la gara delle auto moderne. Claudio De Cecco è da sempre molto attento ai numeri e la vittoria ottenuta a Piancavallo è la numero 84 in carriera. Il suo nome era già nell´albo d´oro perché aveva vinto nel 2013 (allora con Barigelli alle note). Questa volta ha vinto con Jean Campeis sul sedile di destra. Il pilota friulano ha anche sottolineato che per lui il 2016 è la trentesima stagione di gare, vale a dire quante sono le edizioni del Rally Piancavallo. Una sottolineatura per dire quanto si sente legato alla corsa friulana che non era iniziata nel migliore dei modi, avendo chiuso la prima giornata in terza posizione. Nelle quattro prove del sabato ha fatto un giro con delle gomme soft ed uno con una mescola più dura. Il feeling è aumentato e nell´ultima prova (la Pielungo-Campone) ha rifilato 14" ai diretti rivali, vale a dire la coppia formata da Stefano Peruch e Andrea Budoia, i quali hanno preceduto Alessandro Prosdocimo e Marsha Zanet che, in testa dopo le prime due prove, nella seconda giornata sono prima retrocessi al quarto posto per poi risalire terzi alla quinta prova ai danni di Toffoli-Coletti, che il palco finale di arrivo non lo hanno visto perché si sono ritirati alla sesta speciale. Un altro che non ha visto l´arrivo è stato Marco Zannier, il quale, in coppia con Marika Marcuzzi è stato un "eroe" della prima giornata, quando ha vinto la seconda prova mettendo i big alle spalle con una Renault Clio Williams. Poi ha deciso di lasciare perché si è sentito danneggiato da una posizione di partenza che a suo dire lo penalizzava in quanto in prova speciale avrebbe raggiunto (con la necessità di superarlo) un concorrente più lento. Peccato perché poteva stare nei primissimi. Chi è giù dal podio, quarto, è Andrea De Luna, in gara con Denis Pozzo su una spettacolare Porsche 997 GTR, auto non facile con la quale serve prendere la mano. Nel 30° Rally Piancavallo sono stati 50 i partenti e 33 gli arrivati. Buono il pubblico lungo le prove speciali e gradito il ritorno a Piancavallo (è il secondo anno) da parte degli operatori della stazione turistica in provincia di Pordenone. Sulla pedana di arrivo, Corrado Della Mattia, presidente dell´Automobile Club di Pordenone, titolare della licenza di organizzatore. Con lui, Carlo Tassan Viol, in rappresentanza dell´amministrazione comunale di Aviano. Appuntamento al 2017.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:
Per poter entrare a far parte della comunità on-line di www.racepilot.com e accedere ad alcuni servizi quali richieste di informazioni è necessario effettuare la registrazione al sito www.racepilot.com
Durante la registrazione all´utente sono richiesti dati personali.

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l´art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA´ DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti per poterla contattare in caso di problemi, per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di aggiornamenti ed eventuali preventivi.

DIRITTI DELL´INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l´utente ha il diritto di ottenere:
- l´aggiornamento, la rettifica e l´integrazione dei dati che lo riguardano;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l´interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l´indicazione dell´origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l´ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;
MODALITA´ DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento intermini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l´adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi info@racepilot.it . I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l´identificazione dell´interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.
- I dati possono essere archiviati su server di italiasport.net s.r.l. oppure in copia di sicurezza archiviati dal proprietario del sito internet.
AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
- I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
- I dati possono essere accessibili da amministratori ed utenti gestori del sito internet

MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l´adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp?ID=1042761 ). Questo riportato è l´indirizzo controllato in data 28/11/2008 se successivamente variato, non è di nostra competenza, ti consigliamo di cercare sul sito del Garante della Privacy e/o sul sito della Guardia di Finanza.

Titolare del trattamento di dati personali è Racing Press di Paolo Mattiazzo, via Ussi, 22 50018 Scandicci (FI) - tel. 055254690, e-mail: info@racingpress.it. Responsabile designato è Paolo Mattiazzo.
Per ulteriori informazioni:
info@racingpress.it


torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio