30 Novembre 2020
TUTTE LE NEWS

CAMPIONATO ITALIANO BAJA CROSS COUNTRY RALLIES 2016- NEL MONDIALE AL- RAJHI SCAVALCA AL ATTIYAH

26-06-2016 10:48 - Cross Country Rally
2016_img_CROSSCOUNTRY_Italian_Baja_codecà1
2016_img_CROSSCOUNTRY_Italian_Baja_codecà1
Codecà primo dell´Italiano all´Italian Baja navigato da Bruno Fedullo sul Grand Vitara 3.6 V6 T1, il milanese di Suzuki guida la classifica del CI Italiano Cross Country dopo la seconda tappa dell´Italian Baja. Alrajhiri primo del "Mondiale"


Pordenone, 25 giugno 2016 - Continua bella ed incerta la battaglia sulle piste friulane in un´Italian Baja che si sta dimostrando particolarmente ricca ed incerta.
Dopo la prima tappa di ieri, disputata sulla breve Super Prova Spettacolo, nella odierna seconda giornata di gara è stato serratissimo il previsto duello tra il saudita Alrajhi, in gara con una Mini ALL4 Racing, ed il qatariano Al Attyah su Toyota HiluxOverdirve. A chiudere al comando la frazione di gara, è stato il pilota della Mini che ha preceduto il suo avversario diretto di soli 26" dopo altre 140 chilometri di settori cronometrati. Al terzo posto della classifica assoluta della prova iridata, è lo statunitense Menzies al voalnte di un´altra Mini, che ha chiuso a 1´16" dalla vetta.

Per quanto riguarda invece il primo appuntamento del Campionato Italiano Cross Country, dopo un iniziale duello per vertice tra Elvis Borsoi, Toyota, e Lorenzo Codeca, Suzuki, con il primo al comando dopo il settore selettivo di apertura di oggi, le cose sono poi girate a favore di Codecà per l´uscita di strada di Borsoi nel secondo tratto cronometrato odierno.
A fine tappa quindi la classifica vede al comando l´equipaggio Codecà – Fedullo , Suzuki Gran Vitara, che ha chiuso con 9´06 di vantaggio su Carlo Cinotto, Polaris Razor 1000 primo del Gruppo T3, e con 10´17" sul veloce Andrea Lolli, Suzuki Grand Vitara T2, primo anche del Suzuki Challenge.
Da segnalare il ritiro di Michele Cinotto, Audi Titano, fermatosi in via precauzionale per improvvisi dolori alla schiena, dopo essere atterrato pesantemente dopo un dosso.
Ma tutto è ancora da decidere. Domani infatti altri 150 chilometri di prove durissime sanciranno i vincitori di questa manifestazione organizzata la Fuoristrada 4x4 Pordenone.

Quarto della graduatoria dell´Italiano è Pietro Cinotto, secondo del T3 ma con due minuti di penalità. Quinto assoluto è l´emiliano Emilio Ferroni, nella gara d´esordio a bordo della nuova Suzuki Grand Vitara T1. Ottimo all´esordio il varesino Alfano, secondo di Gruppo T2 e del Suzuki Challenge a bordo del Grand Vitara 1.9 DDiS, precedendo Cantarello, Accadia.
Bedin è terzo del Gruppo T1, a bordo del Buggy RA02, precedendo di un minuto e trenta secondi Vagaggini, col Mitsubishi Pajero, quinto è Rossi su Nissan Pathfinder LR50, davanti a Crozzolo con Nissan Navara Ermolli T1.
Con il Mitsubishi Pajero, Morra guida il Gruppo TH, precedendo Marmoleio su Toyota Hilux e margherita Lops con Suzuki Grand Vitara 2000.
Classificati nelle retrovie della classifica, sono Alessandro Uliana rallentato dalla rottura cinghia alternatore pompa acqua, Borsoi, Traglio e Bordonaro per rotture meccaniche.

Classifica fine seconda Tappa: 1. Codecà - Fedullo (Suzuki Grand Vitara 3.6) in 2h05´04"; 2. Cinotto-Arnoletti (Polaris Razor 1000) a 9´06; 3. Lolli-Facile (Suzuki Gran Vitara) a 10´17; 4. Cinotto-Dominella (Polaris Rz 1000) a 10´26; 5. Ferroni-Fiorini (Suzuki Grand Vitara T1) a 11´08; 6. Alfano-Marsiglia (Suzuki Grand Vitara) a 15´43; 7. Morra-Mariani (Mitsubishi Pajero) a 16´10; 8. Cantarello-Darchi (Suzuki New Gran Vitara 1.9) a 16´52; 9. Algarotti-Rigoletto (Quaddy Zx1) a 18´15; 10. Peterhansel-Mayer (Yamaha Yxz 1000 R) a 19´

----------------------------------------------------------------------------------------------------------Cambio della guardia all´Italian Baja Al-Rajhi supera Al Attiyah
Il saudita, su Mini All4 Racing, mette a segno un grande crono nel secondo settore selettivo. Così scalza Il pilota del Qatar, capace di vincere il primo passaggio.Terzo lo yankee Menzies. Tra le moto è dominio di Cominotto, tra i quad è vera lotta: Ventura guida con 2´´ su Vidal
Pordenone, 25 giugno 2016_ Cambio della guardia. E´ Yazeed Al-Rajhi il leader provvisorio dopo la seconda tappa dell´Italian Baja, prova italiana della coppa del Mondo Fia Cross Country Rally. Il pilota saudita, su Mini All4 Racing, scalza dal primo posto Nasser Al Attiya (Toyota Hilux), il qatariota vincitore del "Memorial Azzaretti", guidando così la classifica con 26´´ sul rivale. Terzo lo statunitense Bryce Menzies (Mini) a 1´16´´. Tra le moto, Vanni Cominotto (Husqvarna 450 Te) si aggiudica entrambi i settori e ipoteca il successo, mentre tra i quad è duello serrato tra l´italiano Ventura (Yamaha Kdy) e lo spagnolo Vidal (Yamaha Yfz): a separarli solo 2´´. Domani negli ultimi due settori selettivi si decreterà il vincitore.
LA GARA. Sembrava in discesa la strada da percorrere per Al Attiya: il driver Toyota, infatti, si era aggiudicato il primo settore, portando così a 29 i secondi di vantaggio su Al-Rajhi. Le gerarchie cambiano nel secondo passaggio. Il saudita piazza un grande crono (50´40´´), rifilando così 55´´ al rivale in crisi nell´acqua e prendendosi la vetta della classifica, frutto di un tempo totale di 1.50´55´´. La potenza della Mini si è fatta sentire, dando così vita al cambio di leadership e rendendo avvincente la giornata odierna. Dietro è lotta tra Vasilyev (Bmw X3) e Gadasin (G-Force Proto) per il quarto posto: a separare i due russi, già vincitori del Baja, solo un secondo (distanza dal leader rispettivamente di 2´33´´ e 2´34´´). ITALIANI. Primo del tricolore il solito Lorenzo Codecà (Suzuki Grand Vitara). Il driver lombardo si trova poi al 15° posto assoluto, a 14´09´´ dal primo. E i locali? Fabrizio Martinis (su Isuzu) deve abbandonare al primo giro per un guasto elettrico avvenuto sul torrente Cosa; Andrea Tomasini, sul prototipo Peugeot, deve abbandonare anche lui dopo il primo passaggio a causa di un sasso, "incassato" nel corso del settore selettivo: il pilota arriva al parco assistenza, ma la sua vettura non si accende più a causa di un problema al motore. MOTO. Tra le due ruote non c´è storia: Vanni Cominotto vince la prima speciale con 1´25´´ su De Soultrait (Yamaha Wrf), la seconda con 2´01´´ sempre sul collega francese e si trova così con 3´26´ da gestire nei due passaggi di domani. Si può dire che solo un imprevisto può togliergli il secondo successo al Baja. QUAD. Ventura si aggiudica la prima prova, nella seconda arriva secondo a 50´´ da Vidal e dunque mantiene solo 2´´ di vantaggio sullo spagnolo. Sarà un finale decisamente interessante.
DOMANI. La prima partenza è segnata sul road book alle 8.30, la seconda alle 12.30. L´ordine: prima LE auto, a seguire moto e quad. Il percorso è invertito e il settore selettivo porta il nome di "Rauscedo". La lunghezza non cambia: si parte da Valvasone e si arriva a San Lorenzo. L´arrivo delle auto in Fiera a Pordenone è previsto per le 15.30. A questo seguiranno le premiazioni.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:
Per poter entrare a far parte della comunità on-line di www.racepilot.com e accedere ad alcuni servizi quali richieste di informazioni è necessario effettuare la registrazione al sito www.racepilot.com
Durante la registrazione all´utente sono richiesti dati personali.

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l´art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA´ DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti per poterla contattare in caso di problemi, per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di aggiornamenti ed eventuali preventivi.

DIRITTI DELL´INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l´utente ha il diritto di ottenere:
- l´aggiornamento, la rettifica e l´integrazione dei dati che lo riguardano;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l´interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l´indicazione dell´origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l´ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;
MODALITA´ DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento intermini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l´adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi info@racepilot.it . I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l´identificazione dell´interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.
- I dati possono essere archiviati su server di italiasport.net s.r.l. oppure in copia di sicurezza archiviati dal proprietario del sito internet.
AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
- I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
- I dati possono essere accessibili da amministratori ed utenti gestori del sito internet

MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l´adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp?ID=1042761 ). Questo riportato è l´indirizzo controllato in data 28/11/2008 se successivamente variato, non è di nostra competenza, ti consigliamo di cercare sul sito del Garante della Privacy e/o sul sito della Guardia di Finanza.

Titolare del trattamento di dati personali è Racing Press di Paolo Mattiazzo, via Ussi, 22 50018 Scandicci (FI) - tel. 055254690, e-mail: info@racingpress.it. Responsabile designato è Paolo Mattiazzo.
Per ulteriori informazioni:
info@racingpress.it


torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio