UA-9831219-1
11 Luglio 2020
TUTTE LE NEWS

CARRERA CUP ITALIA - A MONZA SFIDA ALL´ULTIMO METRO CON VITTORIA DI ENRICO FULGENZI

20-10-2013 22:54 - velocità pista
CarreraCupItalia2013_13-14_FULGENZI_arrivo
CarreraCupItalia2013_13-14_FULGENZI_arrivo
Carrera Cup Italia, sfida spettacolare sino all´ultima curva: Enrico Fulgenzi é il Campione 2013
Il marchigiano di 27 anni, pilota e titolare dell´Heaven Motorsport, si aggiudica il titolo conquistando la quinta vittoria stagionale in Round 14, una gara che verrà ricordata tra le più combattute nella storia del monomarca riservato alla 911 GT3 Cup. I due grandi protagonisti del Campionato, Cerqui e Fulgenzi, si sono sfidati in un faccia a faccia duro e spettacolare, ma sempre nel pieno rispetto delle regole. La squadra jesina centra anche il titolo riservato ai team rompendo un´egemonia dell´Ebimotors. Terzo gradino del podio per Gianluca Giraudi (Antonelli Motorsport), mentre in Michelin Cup Alex De Giacomi (MIK Events) coglie il secondo posto nella classifica di classe dei Gentleman driver alle spalle del campione Alberto De Amicis (Ebimotors - Centri Porsche Milano), mentre Giacomo Scanzi (Krypton Motorsport) è stato costretto al ritiro.
Monza. Enrico Fulgenzi è il campione della Carrera Cup Italia 2013. Il pilota e titolare dell´Heaven Motorsport ha conquistato il titolo assoluto vincendo Round 14, l´appuntamento che a Monza ha chiuso una stagione entusiasmante. Il marchigiano ha battuto Enrico Cerqui (Ebimotors - Centri Porsche Milano) dopo una corsa spettacolare che resterà nella storia del monomarca riservato alla 911 GT3 Cup. Partiti entrambi in terza fila per l´inversione della griglia dei primi sei di Gara 1, i due protagonisti indiscussi del Campionato hanno fatto il largo intorno a loro e si sono giocati la vittoria finale in un´appassionante sfida a due che ha lasciato con il fiato sospeso il nutrito pubblico venuto in autodromo stimato in settemila persone. Enrico Fulgenzi era in testa già al 3. giro e Alberto Cerqui si è messo in caccia dell´avversario già dalla 5. tornata con un passo decisamente più veloce dello jesino che gli ha fruttato anche il giro più veloce della gara. Il bresciano ci ha provato in tutti i modi di trovare un varco per infilare lo jesino che è stato freddo nel chiudere gli spazi, senza commettere il minimo errore. Il duello è stato ricco di colpi di scena, con frequenti tagli di chicane di entrambi i contendenti, ma senza alcun contatto fra le carrozzerie nel massimo rispetto della correttezza sportiva. Alberto Cerqui, quando ha guadagnato la posizione di vertice, per il taglio della Prima Variante e della Roggia, ha sempre

restituito la piazza al marchigiano, mentre è stata più discussa l´unica manovra con ruoli invertiti. La direzione gara, comunque, non ha ritenuto di dover intervenire in una battaglia splendida e alla fine Enrico Fulgenzi ha meritato la corona di alloro che gli è stata messa al collo prima di salire sul podio. Il portacolori dell´Heaven Motorsport ha collezionato cinque vittorie, due pole position e cinque giri più veloci in gara, dimostrando una auto-determinazione che non aveva nessun altro.
Al quarto anno nella Carrera Cup Italia, lo jesino ha centrato il bersaglio grosso, superando alcune esuberanze nella prima parte della stagione che gli sono costate dei punti importanti. La sua vittoria ha un valore doppio perché il 27enne oltre ad essere il pilota dell´Heaven Motorsport è anche il titolare della squadra e su di lui gravano responsabilità ben maggiori di chi indossa solo casco e tuta. "Voglio ringraziare la squadra - ha detto un Enrico Fulgenzi raggiante appena è sceso dal podio - perché anche se non avevamo le risorse di altri team ha saputo mettermi a disposizione una vettura molto competitiva. Sono orgoglioso di aver centrato il titolo, ma sono anche fiero di aver lottato alla pari con Alberto che ha accettato una sfida a tratti dura, ma sempre molto corretta".
Va messo in evidenza che Enrico Fulgenzi è riuscito a rompere l´egemonia dell´Ebimotors che ha dominato la Carrera Cup Italia nelle ultime cinque edizioni, visto che l´Heaven Motorsport ha strappato alla squadra di Enrico Borghi anche il titolo riservato ai team. Sul terzo gradino del podio è salito Gianluca Giraudi (Antonelli Motorsport). Il torinese, che era il terzo pretendente al titolo, è stato ripagato dal podio conclusivo in un week end povero di soddisfazioni, visto che il piemontese aveva iniziato la stagione nel ruolo del grande favorito.
Molto positiva la prestazione di Milos Pavlovic al debutto a Monza con la 911 GT3 Cup del team Bonaldi Motorsport: il serbo, costretto a partire in ultima fila dopo i guai patiti ieri, si è prodotto in una bella rimonta che lo ha portato fino al quinto posto finale, dopo una serie di sorpassi che hanno mostrato il potenziale suo e quello della squadra al rientro nel monomarca dopo un paio di stagioni, mentre è parsa incolore la prestazione di Edoardo Liberati (Erre Esse - Antonelli Motorsport) che aveva l´opportunità di lottare per il successo partendo dalla seconda fila: il romano, invece, è scivolato al sesto posto con una vettura poco competitiva sul veloce.
Onore anche ai protagonisti della Michelin Cup: Alex De Giacomi (MIK Events) e Alberto De Amicis (Ebimotors - Centri Porsche Milano) sono scattati dalla prima fila della griglia di partenza: l´ortonese,

già Campione ieri della classe riservata ai Gentleman driver, ha collezionato l´ottavo successo stagionale nella categoria, ma ha sfiorato un podio assoluto che è sfuggito perché ha spiattellato una gomma mentre era in bagarre con Gianluca Giraudi. Il bresciano, invece, con il posto d´onore di categoria scavalca in extremis Giacomo Scanzi (Krypton Motorsport) nella graduatoria finale della Michelin Cup, dimostrando un rendimento molto costante nella seconda parte della stagione, dopo un avvio pieno di problemi. Scanzi è stato costretto al ritiro dopo un lungo alla Prima Variante nel quale ha dechappato una gomma e così a guadagnare la terza piazza ci ha pensato Angelo Proietti. Il campione uscente della Erre Esse - Antonelli Motorsport ha infilato un gran finale di stagione sempre nelle posizioni di vertice.
Spettacolare l´incidente che ha visto Fabrizio Bignotti (Krypton Motorsport) sbattere alla prima di Lesmo: il novarese era stato autore di un lungo alla precedente variante della Roggia e ha restituito la posizione presa a Pietro Negra, ma quando si stava accodando alla 911 GT3 Cup non si è reso conto che in scia c´era anche la vettura di Davide Roda (Ebimotors). L´inevitabile toccata ha scatenato l´uscita di pista del piemontese che poi sportivamente è andato a scusarsi con il comasco.
Round 14 ha avuto un antipasto molto apprezzato: nel paddock della Carrera Cup Italia è stata svelata dal direttore generale di Porsche Italia, Pietro Innocenti, la 991 GT3 Cup MY 2014 che l´anno prossimo prenderà il posto dell´attuale 997: molti team manager e piloti di altre categorie hanno assistito con grande curiosità ed interesse al lancio della regina che sarà in pista nel prossimo anno.
Gli appassionati che vorranno rivivere gli emozionanti Round 13 e 14 potranno gustarsi il video on demand sul sito www.carreracupitalia.it (disponibile anche su iPhone e iPad) e da www.motormedia.tv. Gli highlights delle gare, invece, si potranno vedere con l´applicazione i-Pad di Autosprint, mentre per analisi, commenti e retroscena collegatevi al Pit Live su www.omnicorse.it.
La classifica di Gara 2: 1. Enrico Fulgenzi (Heaven Motorsport) 16 giri in 30´27"029 alla media di 182,633 km/h; 2. Alberto Cerqui (Ebimotors - Centri Porsche Milano) a 0"279; 3. Gianluca Giraudi (Antonelli Motorsport) a 6"412; 4. Alberto De Amicis (Ebimotors - Centri Porsche Milano) a 9"273; 5. Milos Pavlovic (Bonaldi Motorsport) a 11"481; 6. Edoardo Liberati (Erre Esse - Antonelli Motorsport) a 11"502; 7. Alex De Giacomi (MIK Events) a 22"391; 8. Angelo Proietti (Erre Esse - Antonelli Motorsport) a 22"552; 9. Nicola Benucci (Ebimotors) a 37"701; 10. Davide Roda (Ebimotors) a 47"637; 11. Mikhail

Spiridonov (Kinetic Racing) a 1´01"968; 12. Oleksandr Gaidai (Tsunami RT) a 1´40"699; 13. Pietro Negra (Antonelli Motorsport) a 1 giro; 14. Marco Cassarà (GDL Racing by Centro Porsche Padova) a 2 giri;15. Fabrizio Bignotti (Krypton Motorsport) a 4 giri.
Giro più veloce: il 3. di Cerqui in 1´52"702 alla media di 185,043 km/h.
Le Classifiche Assoluta: 1. Fulgenzi punti 175; 2. Cerqui 173; 3. Giraudi 145; 4. Liberati 105; 5. Monti 72; 6. De Amicis 53; 7. De Giacomi 42; 8. Scanzi 34; 9. Chatin 32; 10. Gaidai 23; 11. Proietti 20; 12. Granzotto 19; 13. Bignotti 14; 14. Cicognani 11; 15. Benucci 10; 16. Roda 8; 17. Pavlovic 4.
Michelin Cup: 1. De Amicis punti 71; 2. De Giacomi 63; 3. Scanzi 60; 4. Proietti 45; 5. Granzotto 37; 6. Bignotti 26; 7. Roda 21; 8. Benucci 20; 9. Negra 6; 10. Cassarà e Bagnasco 2, 12. Spiridonov 1.
Team: 1. Heaven Motorsport punti 179; 2. Ebimotors 173; 3. Antonelli Motorsport 152; 4. Erre Esse - Antonelli Motorsport 113; 5. Tsunami RT 74; 6. MIK Events 67; 7. Krypton Racing 62; 8. GDL Racing by Centro Porsche Padova 42; 9. Kinetic Racing 26; 10. Bonaldi Motorsport 7.

Le statistiche

Vittorie: 5 Fulgenzi e Cerqui, 3 Giraudi, 1 Chatin e Monti
Pole position: 3 Giraudi, 2 Fulgenzi e Cerqui, 1 Chatin Giro più veloce: 5 Giraudi e Fulgenzi, 2 Cerqui, 1 Monti e Liberati.
GT ITALIANO. Vito Postiglione e Luigi Lucchini hanno conquistato il titolo italiano Gran Turismo GT3 con la Porsche 911 GT-R del team Ebimotors. L´equipaggio lombardo ha centrato il campionato tricolore grazie al sesto posto nell´ultimo appuntamento della serie disputato a Monza: nelle prime fasi della corsa Luigi Lucchini è stato mandato in testacoda da un contatto causato al primo giro da una BMW Z4, ma la rimonta di Vito Postiglione ha permesso alla squadra di Enrico Borghi di centrare il prestigioso risultato.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:
Per poter entrare a far parte della comunità on-line di www.racepilot.com e accedere ad alcuni servizi quali richieste di informazioni è necessario effettuare la registrazione al sito www.racepilot.com
Durante la registrazione all´utente sono richiesti dati personali.

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l´art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA´ DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti per poterla contattare in caso di problemi, per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di aggiornamenti ed eventuali preventivi.

DIRITTI DELL´INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l´utente ha il diritto di ottenere:
- l´aggiornamento, la rettifica e l´integrazione dei dati che lo riguardano;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l´interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l´indicazione dell´origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l´ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;
MODALITA´ DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento intermini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l´adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi info@racepilot.it . I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l´identificazione dell´interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.
- I dati possono essere archiviati su server di italiasport.net s.r.l. oppure in copia di sicurezza archiviati dal proprietario del sito internet.
AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
- I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
- I dati possono essere accessibili da amministratori ed utenti gestori del sito internet

MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l´adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp?ID=1042761 ). Questo riportato è l´indirizzo controllato in data 28/11/2008 se successivamente variato, non è di nostra competenza, ti consigliamo di cercare sul sito del Garante della Privacy e/o sul sito della Guardia di Finanza.

Titolare del trattamento di dati personali è Racing Press di Paolo Mattiazzo, via Ussi, 22 50018 Scandicci (FI) - tel. 055254690, e-mail: info@racingpress.it. Responsabile designato è Paolo Mattiazzo.
Per ulteriori informazioni:
info@racingpress.it


torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio

close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account