20 Settembre 2020
TUTTE LE NEWS

LOTUS CUP ITALIA, VERONESI E PASOTTI SUGLI SCUDI NEL PAZZO WEEK END DI ADRIA ® Meteo inclemente e scintille in pista hanno caratterizzato il primo round; bene anche Riccardi e Baiguera

25-04-2016 13:35 - velocità pista
Nespoli, Pasotti, Pegoraro
Nespoli, Pasotti, Pegoraro
Meteo inclemente e scintille in pista hanno caratterizzato il primo round; bene anche Riccardi e Baiguera
Avvio di stagione pirotecnico e decisamente bagnato quello che ha vissuto la Lotus Cup Italia ad Adria. La
serie tricolore organizzata da PB Racing, al suo terzo anno di attività, ha visto subito protagonisti tanti volti
nuovi della serie, ad iniziare da Pierluigi Veronesi: l´alfiere della Siliprandi Racing, dopo aver preso le misure
della Elise Cup PB-R e la giusta confidenza in qualifica con il quarto crono assoluto, in Gara 1 ha subito
messo le cose in chiaro imponendosi con autorità grazie ad un´ottima partenza prima, e a due sorpassi
vincenti ai danni prima di Stefano Pasotti e poi di Lorenzo Pegoraro. Un primo posto che era stato replicato
anche in Gara 2 prima che la Direzione Gara escludesse il pilota emiliano a causa del mancato rispetto dei
limiti del tracciato e conseguente drive-through, quest´ultimo però non scontato dalla Elise numero 27,
episodio che ha posto a lungo la classifica sub-judice; anche Pegoraro in Gara 2 è finito nella tagliola dei
Commissari Sportivi per la stessa infrazione, costatagli il podio.
GARA 1: Al via, Stefano Pasotti scatta perfettamente dalla prima fila e sorprende il poleman Pegoraro all´uscita
della prima curva, con il ternano costretto ad accodarsi al giovane bresciano e, contemporaneamente,
a rintuzzare in subito aggressivo Franco Nespoli. Lo svizzero, intenzionato a portarsi al comando, tenta
subito un doppio sorpasso al tornantino ma senza riuscire nell´intento, conquistando comunque la seconda
piazza ai danni della vettura di punta dell´Aggressive Team Italia. Alle spalle del trio di testa, è Pierluigi Veronesi
a distinguersi e a portarsi proprio a ridosso del podio virtuale riuscendo a sopravanzare Pegoraro al
termine del primo giro. A centro gruppo, Riccardi finisce in testacoda all´uscita dell´ultima curva e precipita
in decima piazza. Il primo colpo di scena nelle posizioni di vertice lo regala però Nespoli: l´elvetico, dopo
aver sorpassato con una manovra perfetta Pasotti all´inizio della seconda tornata, va in testacoda pochi
metri dopo al tornantino perdendo due posizioni. Al quarto passaggio Veronesi, al volante della Elise Cup
PB-R preparata perfettamente dalla Siliprandi Racing, è attaccato agli scarichi di Pasotti e inizia a studiare
il pilota della LG Motorsport, non mettendoci molto a sferrare l´attacco vincente che gli vale la prima piazza;
più indietro, Utzieri fa valere la sua esperienza e si porta in sesta posizione mentre Riccardi, anch´egli
particolarmente a suo agio sul bagnato grazie ai trascorsi rallistici, mette nel mirino Filippo Manassero.
Baiguera, saldamente al quinto posto, dimostra già un bel feeling con la GT di Hethel, cosa che evidentemente
non ha trovato Manassero con la pioggia: il torinese di casa Essecorse è infatti costretto a cedere la
posizione prima a Utzieri e poi a Riccardi; quest´ultimo è scatenato e ha la meglio anche sul monegasco,
portandosi alla caccia di Stratta. A metà gara, Veronesi incrementa il suo vantaggio mentre la pioggia cade
sempre più copiosa sul circuito rodigino mettendo in difficoltà i piloti, tra cui Pasotti che vede sfumare la
seconda piazza a favore di Pegoraro per una perdita di controllo della sua Elise; problemi anche per Nespoli
che si gira nuovamente impattando con il retrotreno della vettura, senza però perdere la posizione. Al nono
giro la Direzione Gara è costretta a congelare la gara con la Safety Car a causa della pista letteralmente
allagata, condizione davvero pericolosa che decreta la fine anticipata delle ostilità. Sotto la bandiera a
scacchi è quindi Veronesi a transitare per primo seguito da Pegoraro, Pasotti, Nespoli, Baiguera, Stratta,
Enrico Riccardi (vincitore sia della classifica Pirelli Cup che della graduatoria Over 50), Utzieri, Manassero,
Flaccadori, Zerbi e Paolo Ferraresi.
GARA 2: Al semaforo verde Pasotti è lesto a portarsi nella traiettoria favorevole mantenendo il comando
delle operazioni mentre alle sue spalle Pegoraro entra con troppa veemenza all´interno dello spiraglio lasciato
aperto da Nespoli, con il risultato che i due si toccano e ad avere la peggio è lo svizzero che finisce
in testacoda; nella ripartenza, la foga gioca un brutto scherzo al portacolori della Cipriani Motorsport che
perde il controllo della vettura e sbatte col retrotreno nel guardrail, mettendo così fine alla propria gara.
Nonostante il vento gelido, gli animi sono surriscaldati anche a centro gruppo con Guerra che tocca Utzieri,
bravo a mantenere il controllo della sua Elise senza cedere la posizione. Al termine del primo passaggio
LOTUS CUP ITALIA, VERONESI E PASOTTI SUGLI SCUDI
NEL PAZZO WEEK END DI ADRIA
®
Meteo inclemente e scintille in pista hanno caratterizzato il primo round; bene anche Riccardi e Baiguera
Pasotti guida il gruppo davanti a Pegoraro, Veronesi, Baiguera e Riccardi. Il ternano dell´Aggressive Team
Italia non perde tempo e al quarto giro sferra l´attacco a Pasotti, conquistando la leadership; Ferraresi si
ritira mentre il compagno di squadra Liberatore accusa delle noie di natura elettronica che lo costringono
ad una sosta non prevista ai box, vanificando il bel sorpasso compiuto su Utzieri poche curve prima. Pasotti
sembra non trovare il ritmo giusto e di questo ne approfitta Veronesi che si sbarazza del bresciano e
si porta alla caccia di Pegoraro; allo stesso modo, Riccardi sorprende Baiguera con un bell´attacco fintato
alla prima curva, guadagnando così una posizione. Al nono giro Stratta fa tutto da solo finendo in testacoda
al tornantino, mentre Pegoraro rientra per scontare il Drive-Through inflittogli dalla Direzione Gara per la
toccata su Nespoli del primo giro, una penalità che gli costa il podio facendolo scivolare quarto. All´undicesimo
passaggio Guerra ha la meglio su Utzieri mentre il top driver dell´Aggressive Team Italia mette nel
mirino il portacolori di Elitcar, Enrico Riccardi, che prova a resistere al pilota umbro qualche giro per poi
soccombere a poche curve dalla bandiera a scacchi. Se sul traguardo a transitare per primo è Pierluigi
Veronesi, per il driver della Siliprandi Racing la doccia fredda arriva appena sceso dalla vettura, con la Direzione
Gara che lo escludeva per non aver scontato un Drive-Through dovuto al ripetuto oltrepassamento
dei limiti della pista; anche Pegoraro riceve 25” secondi di penalità, che lo privano della Top 3 assoluta.
A salire così sul podio sono Stefano Pasotti quale vincitore, seguito da un ottimo Enrico Riccardi (che fa
sua anche la vittoria in Pirelli Cup e Over 50) e il giovane Andrea Baiguera. A seguire chiudono Pegoraro,
Stratta, Guastamacchia, Manassero, Guerra, Utzieri e Liberatore.
Con questo risultato, Pasotti esce da Adria a testa alta con il primo posto provvisorio in classifica grazie
ai suoi 41 punti, sette in più di Pegoraro e dodici più di Riccardi. Prossimo appuntamento per la Lotus Cup
Italia nel week end del 7-8 Maggio al Misano World Circuit.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:
Per poter entrare a far parte della comunità on-line di www.racepilot.com e accedere ad alcuni servizi quali richieste di informazioni è necessario effettuare la registrazione al sito www.racepilot.com
Durante la registrazione all´utente sono richiesti dati personali.

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l´art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA´ DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti per poterla contattare in caso di problemi, per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di aggiornamenti ed eventuali preventivi.

DIRITTI DELL´INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l´utente ha il diritto di ottenere:
- l´aggiornamento, la rettifica e l´integrazione dei dati che lo riguardano;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l´interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l´indicazione dell´origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l´ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;
MODALITA´ DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento intermini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l´adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi info@racepilot.it . I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l´identificazione dell´interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.
- I dati possono essere archiviati su server di italiasport.net s.r.l. oppure in copia di sicurezza archiviati dal proprietario del sito internet.
AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
- I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
- I dati possono essere accessibili da amministratori ed utenti gestori del sito internet

MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l´adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp?ID=1042761 ). Questo riportato è l´indirizzo controllato in data 28/11/2008 se successivamente variato, non è di nostra competenza, ti consigliamo di cercare sul sito del Garante della Privacy e/o sul sito della Guardia di Finanza.

Titolare del trattamento di dati personali è Racing Press di Paolo Mattiazzo, via Ussi, 22 50018 Scandicci (FI) - tel. 055254690, e-mail: info@racingpress.it. Responsabile designato è Paolo Mattiazzo.
Per ulteriori informazioni:
info@racingpress.it


torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio