26 Ottobre 2020
TUTTE LE NEWS

ENNESIMA VITTORIA CON UN NUOVO RECORD PER SIMONE FAGGIOLI ALLA 63° TRENTO - BONDONE

07-07-2013 23:07 - velocità salita
trento bondone - simone faggioli
trento bondone - simone faggioli
Quinta affermazione del campione toscano alla classica trentina. L´intenso duello con Christian Merli, Osella PA 20, spinge il pilota della Osella FA30 Zytek a fissare il nuovo record del tracciato in 9´20"48, alla media oraria di 111.12. Bella prestazione del veronese Federico Liber che con la Gloria C8 di classe 1600 è quinto assoluto. Magliona sbaraglia il Gruppo CN, Ragazzi è secondo tra le GT alle spalle di Cristoforetti, Giuliani si impone nella E1 Italia, la Pedroni prima degli italiani in Gruppo A davanti a Bicciato, Hafner s´aggiudica il Gruppo N e "Romy" la Racing Start.



Bondone (TN), 7 luglio 2013 - L´inchino è doveroso nei confronti di un Simone Faggioli stratosferico. Serve un super campione, un professore per vincere all´Università della Montagna: il toscano dell´Osella è tutto questo. Ma anche un ragazzo semplice, di quelli che soffre durante le prove alla ricerca del miglioramento delle prestazioni di tutte le parti meccaniche, gomme comprese e che poi quando taglia il traguardo sul Bondone si lascia andare ad un timido saluto con il pugno accennato. Ha vinto la 63 esima edizione della Trento Bondone, per la quinta volta, e per la terza ha nuovamente fissato il record di percorrenza in 9´20"48. "E´ stato un fine settimana difficile, c´era qualcosa che non andava durante le prove, assetto e gomme non costituivano un pacchetto omogeneo poi nella notte con i ragazzi abbiamo trovato nuove soluzioni, minime differenza che mi hanno permesso di andare meglio oggi. Sono emozionato, abbiamo fatto un gran lavoro di squadra".

Non c´è riuscito Christian Merli a superare Faggioli, i tre secondi che lo separavano dopo le prove gli davano qualche speranza, alimentata dal fatto che era incorso in un dritto e aveva dovuto superare anche un concorrente che gli partiva davanti. In gara ci ha provato, è andato fortissimo salendo tra due ali di trentini che lo incitavano, ha dato tutto commettendo anche qualche piccolo errore, fissando però la sua miglior prestazione di sempre in 9´28"51, accusando 8"03 di distacco dal campione toscano. "Ci speravo e credevo di farcela se la temperatura sarebbe restata alta, ma è rinfrescato ed è cambiato tutto. Siamo stati bravi, la Osella è fantastica ma soffre ancora l´accoppiata con le gomme. Non potevo tirarmi indietro e ho commesso qualche errore ma sono contento anche del secondo alle spalle di Faggioli".

Faggioli dunque vince la 63. esima edizione della Trento Bondone, Merli è secondo a 8"03, i due sono su di un altro pianeta in quanto terzo a 36"16 è il Ceco Svoboda, su Lola 99, quarto a 38"62 l´austriaco Hauser con una Dallara GP2. In questa giornata da record entra di diritto il veronese Federico Liber, quinto assoluto ad un decimo dall´austriaco che lo precede nell´assoluta, al termine diun fine settimana che lo ha visto sempre al vertice della classifica assoluta con la minuta monoposto Gloria C8f.

Non si smentisce Omar Magliona. Il sardo della Osella PA 21 Honda Ateneo sbaraglia ancora una volta tra i prototipi CN segnalandosi tra i più veloci della graduatoria assoluta di vertice, scalando in 10´12"99 alla media di 101.60. Al secondo posto di categoria è Marco Cappucci che, seppur accusando un problema di freni nella parte finale di Vanezze, dove arriva lungo ad un tornante, con la Osella Best Lap accusa un ritardo di 42"29. Terzo è il pistard padovano Giovanni Gulinelli, esordiente al volante di un prototipo tagliando il traguardo in 53"58. Segue Maurizio Pitorri con la Wolf GB/08 Best Lap, e quinto è Falcetta con la Norma M20.



Marco Cristoforetti che porta la vittoria in casa Porsche. Il trentino con 911 GT3 R, si esalta sulla strada di casa e lascia le briciole ai rivali, nella fattispecie al padovano Roberto Ragazzi che con la Ferrari 458 Superchallenge, bada all´importanza dei punti in chiave campionato accontentandosi del secondo posto assoluto, davanti per 5" a Giuseppe Ghezzi con la Porsche 911 GT3 C, quindi Rosario Parrino su Porsche 997 e Bruno Jarrach con la Ferrari 430 Challenge.



Giuliani, Ghirardo e Turrin, questi i tre piloti che si sono "giocati" l´affermazione nella E1 Italia. Non sfugge quindi il primato al velocissimo bolognese dell´Ateneo Fulvio Giuliani, che ancora una volta porta l´aerodinamica Lancia Delta Evo sul gradino più alto del podio tra queste fantastiche vetture, creando un vuoto pesante fra se ed il secondo, Michele Ghirardo gran protagonista della scalata a Bondone con la piccola Honda Civic EK4 con la quale ha dominato la classe 1600. Terzo a 39" dal leader emiliano, s´è piazzato Tiziano Turrin con la Citroen Saxo. Problemi con la scelta delle migliori gomme hanno relegato in ottava piazza assoluta Abramo Antonicelli con la BMW M3 E92 GT2, ottima al traguardo di Vason Deborah Broccolini con la Citroen C1.



Il Bondone del Gruppo A parla l´idioma Ceco con Lukas Vojacek che, prendendo tutti in contropiede dopo aver effettuato delle prove in sordina, va a stampare il miglior tempo con la Mitsubishi Lancer, in 11´12"67, precedendo l´austriaco Schweiger, sempre su Mitsubishi, e davanti anche a Gabriella Pedroni. La trentina ha spinto forte con la Lancer Paragon che regola di 5" il Ceco Maly, e di 12" il campione bolzanino Rudi Bicciato, primo tra quelli dell´italiano ma rallentato dalle alte temperature d´esercizio del propulsore per la rottura della guarnizione della tersa. Sesto è Maurizio Pioner, e settimo Ivano Cenedese, vincente in classe 2000. Nella Super1600 è padrone Dario Baruchelli, con la Renault Clio, mentre Michele Mancin vince la 1600 con la Citroen Saxo Vts.



Discorso differente quello relativa al confronto per il Gruppo N, dove è l´altoatesino della Mendola a fare la significativa differenza confermando l´ottima preparazione effettuata nelle prove di ricognizione. Il leader della serie Tricolore sale alla grande col tempo 11´17"66 e destreggiandosi alla perfezione tra le tante pieghe ed insidie del percorso piazza la Mitsubishi Lancer preparata da Bicciato davanti a tutti, staccando di 5"93 l´atteso friulano Michele Buiatti, al volante della Lancer della Friuli 1956 che ha lamentato problemi di trazione e percorrenza nelle curve. Con tanto mestiere e cuore il buon Lino Vardanega riesce a sopperire al problema al cambio della sua Lancer, che lo ha afflitto nelle prove, ma sbaglia la scelta delle gomme, dalla mescola troppo morbida, per centrare un quarto posto di gruppo che vale molto. In classe 1600 prosegue l´egemonia di Giovanni Regis e della sua Peugeot 106 Vimotorsport, che centra anche il sesto posto assoluto con un decimo di vantaggio sul Tonino Cossu, settimo assoluto e primo di classe 2000 con la Honda Civic Type R del team Magliona.



E´ una Racing Start da palpitanti sfide quella che apre le salite dei concorrenti per il titolo Tricolore, duelli dilatati nei distacchi dalla lunghezza del tracciato trentino. I diciassette chilometri mettono le ali ai piedi ad uno dei piloti più veloci delle cronoscalate, quel "Romy" già scudettato nel passato e che oggi ha voluto tornare sul Bondone per marcarlo col suo sigillo. Al volante della Honda Integra da poco preparata in versione Racing Start, il veneto ha vinto la categoria impiegando 12´31"49 per salire sino a Vason, precedendo di 12"05 Bondioni con la Renault New Clio e di 20" il bresciano leader di campionato Nicola Novaglio, a punteggio pieno per la classe RSTB ma soffrendo la non perfetta erogazione della potenza del propulsore della Mini John Cooper S. il bresciano ha subito così il ritorno dell´esperto bergamasco Mario Tacchini, alle spalle per soli 2"2 con la Opel Corsa 1600.



Classifica assoluta: 1. Simone Faggioli (Osella FA30 Zytek) in 9´20"48; 2. Merli (Osella PA2000 Honda) a 8"03; 3. Svoboda (Lola B99/50 Evo Judd) a 36"16; 4. Hauser (Dallara GP2) a 38"62; 5. Liber (Gloria C8F) a 38"77; 6. Cinelli (Lola B99/50 Zytek) a 44"67; 7. De Gasperi (Osella FA30 Zytek) a 48"81; 8. Moratelli (Lola B99/50 Zytek) a 49"06; 9. Magliona (Osella PA21 Evo Honda) a 52"51; 10. Bottura (Lola B99/50 Zytek) a 57"41.



Calendario Campionato Italiano Velocità Montagna 2013, Zona Centro Nord: 5 maggio, 29^ Iglesias - Sant´Angelo; 26 maggio, 44^ Verzegnis - Sella Chianzutan; 14 giugno, 41^ Pieve santo Stefano - Passo dello Spino; 6 luglio, 63^ Trento - Bondone; 25 agosto, 48° Trofeo Luigi Fagioli;

Finali: 1 settembre, 41^ Rieti - Terminillo 49^ Coppa Bruno Carotti; 15 settembre, 59^ Coppa Nissena; 29 settembre, 31^ Pedavena - Croce D´Aune

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:
Per poter entrare a far parte della comunità on-line di www.racepilot.com e accedere ad alcuni servizi quali richieste di informazioni è necessario effettuare la registrazione al sito www.racepilot.com
Durante la registrazione all´utente sono richiesti dati personali.

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l´art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA´ DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti per poterla contattare in caso di problemi, per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di aggiornamenti ed eventuali preventivi.

DIRITTI DELL´INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l´utente ha il diritto di ottenere:
- l´aggiornamento, la rettifica e l´integrazione dei dati che lo riguardano;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l´interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l´indicazione dell´origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l´ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;
MODALITA´ DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento intermini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l´adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi info@racepilot.it . I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l´identificazione dell´interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.
- I dati possono essere archiviati su server di italiasport.net s.r.l. oppure in copia di sicurezza archiviati dal proprietario del sito internet.
AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
- I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
- I dati possono essere accessibili da amministratori ed utenti gestori del sito internet

MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l´adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp?ID=1042761 ). Questo riportato è l´indirizzo controllato in data 28/11/2008 se successivamente variato, non è di nostra competenza, ti consigliamo di cercare sul sito del Garante della Privacy e/o sul sito della Guardia di Finanza.

Titolare del trattamento di dati personali è Racing Press di Paolo Mattiazzo, via Ussi, 22 50018 Scandicci (FI) - tel. 055254690, e-mail: info@racingpress.it. Responsabile designato è Paolo Mattiazzo.
Per ulteriori informazioni:
info@racingpress.it


torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio